Spaghettone cacio e pepe e cime di broccolo romanesco

Le origini di questo piatto sono da ricercarsi durante il periodo della transumanza, dove i pastori avevano a disposizione pochi ingredienti per potersi sfamare tra i quali certamente non mancava il pecorino. Questo piatto, che negli anni si è diffuso dalla campagna laziale fino ai monti abruzzesi e umbri, velocemente si è trasformato da pasto frugale a piatto tipico delle osterie romane e non solo.

In questa versione rivisitata si è voluto celebrare il pecorino, simbolo della tradizione casearia dell’Abruzzo che trova in esso tantissime tipicità come il pecorino di Farindola, il canestrato di Castel del Monte, il caciofiore aquilano e tanti altri che ci hanno permesso di sostituire il tradizionale pecorino romano. Inoltre si è voluto aggiungere delle cimette di broccolo per rendere il piatto più fresco ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale.

Ingredienti

per 10 persone Spaghettone di grano duro biologico Aurum Terrae 800g, proveniente da grano duro 100% abruzzese Pecorino biologico abruzzese 600g Broccolo romano biologico abruzzese 400g Pepe in grani Sale

Procedimento:

  1. Ricavare delle cimette dal broccolo e sbollentarle in acqua salta.
  2. In una padella tostare leggermente il pepe in grani e successivamente pestarlo.
  3. Grattugiare il pecorino e disporlo in una ciotola.
  4. Mettere in cottura gli spaghetti in acqua salata, prelevare qualche mestolo di acqua di cottura e mescolarlo al pecorino sino ad ottenere una crema omogenea.
  5. Scolare gli spaghetti e mantecarli con la crema di pecorino, il pepe ed infine i broccoli.
Ricetta di Chef Vito Pepe e Chef Massimo Di Gaetano
envelopephonemap-markercrossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram